Architettura e città durante il fascismo

Radiospeed.it Architettura e città durante il fascismo Image
DESCRIZIONE

Giuseppe Pagano Pogatschnig fu fra i principali protagonisti del rinnovamento in chiave moderna della cultura architettonica italiana negli anni Trenta, come architetto e urbanista ma anche come teorico e polemista nelle pagine di Casabella che codiresse con Edoardo Persico a partire dal 1931. Nato in Istria e cresciuto in un clima irredentistico, aderì al nascente movimento fascista partecipando fra l'altro all'occupazione di Fiume guidata da D'Annunzio. La sua polemica in architettura tuttavia fu profondamente contraria al monumentalismo e alla retorica accademica imposta ben presto dal regime. Pagano si rivolgeva alle avanguardie internazionali del movimento moderno, pensava ad un'architettura impegnata socialmente, rivolta ai bisogni crescenti imposti dall'industrializzazione, articolava un pensiero originale ed impegnato della città e dell'urbanistica di fronte alla sfida della modernità.

INFORMAZIONE

AUTORE: none

DIMENSIONE: 8,16 MB

DATA: 2008

NOME DEL FILE: Architettura e città durante il fascismo.pdf

Siamo lieti di presentare il libro di Architettura e città durante il fascismo, scritto da none. Scaricate il libro di Architettura e città durante il fascismo in formato PDF o in qualsiasi altro formato possibile su radiospeed.it.

Architettura e città durante il fascismo - Giuseppe Pagano ...

Visita eBay per trovare una vasta selezione di fascismo città. Scopri le migliori offerte, subito a casa, in tutta sicurezza.

Architettura e città durante il fascismo - Giuseppe Pagano ...

Le città di fondazione nel periodo fascista, ovvero i centri urbani fondati in quell'epoca, hanno delle caratteristiche peculiari legate alle teorie urbanistiche dell'epoca.Riguardano alcune zone del territorio nazionale del Regno d'Italia e delle sue colonie a partire dal 1928, anno di fondazione di Mussolinia, oggi Arborea, e nei territori dell'Impero dopo la sua fondazione

LIBRI CORRELATI