Parliamo di parolacce senza dire parolacce

Radiospeed.it Parliamo di parolacce senza dire parolacce Image
DESCRIZIONE

Perché diciamo le parolacce? Vizio, abitudine, sfogo, compensazione? Spesso non ci facciamo più caso, sia nel dirle che nell'ascoltarle. Invece esistono ragioni profonde che possono condizionare il nostro eloquio, spingendoci a dire in modo aggressivo, triviale ciò che potremmo benissimo esprimere attraverso un lessico privo di tali cadute. Questo libro offre un'attenta analisi storica e sociale per rispondere a queste domande.

INFORMAZIONE

AUTORE: Mario Cottarelli

DIMENSIONE: 4,64 MB

DATA: 2018

NOME DEL FILE: Parliamo di parolacce senza dire parolacce.pdf

Leggi il libro di Parliamo di parolacce senza dire parolacce direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Parliamo di parolacce senza dire parolacce in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su radiospeed.it.

Parliamo di parolacce senza dire parolacce - Cottarelli ...

Mario Cottarelli "Parliamo di parolacce senza dire parolacce" Pascal Editrice www.pascaleditrice.it Il turpiloquio come convenzione sociale, il turpiloquio come agente inquinante, il turpiloquio come specchio della società che dovremmo rompere per vivere più sereni, il turpiloquio complice di una rivoluzione sessuale solo parziale e ingombrante martello pneumatico di cui ci dovremmo liberare ...

Parliamo di parolacce senza dire parolacce - Uscite e ...

A carte, poi, quando le passioni si scatenano, fioccano le volgarità: ne sanno qualcosa i frequentatori del centro diurno per anziani di Frascati, dove la scorsa primavera, per qualche settimana, è stato vietato il gioco delle carte dato che i giocatori urlavano parolacce e bestemmie che infastidivano i presenti.

LIBRI CORRELATI