Non lo butto! Come affrontare il disturbo da accaparramento compulsivo

Radiospeed.it Non lo butto! Come affrontare il disturbo da accaparramento compulsivo Image
DESCRIZIONE

Hoarding, sillogomania, accaparramento patologico, accaparramento compulsivo, disposofobia, mentalità messie, sindrome di Collier, questi i termini più utilizzati per descrivere il disturbo mentale caratterizzato da un bisogno ossessivo di acquisire (senza utilizzare né buttare via) una notevole quantità di oggetti di varia natura che, anche se inutili, pericolosi, o insalubri diventano protagonisti della casa. L'accaparramento compulsivo provoca impedimenti e danni significativi ad attività essenziali quali muoversi, cucinare, fare le pulizie, lavarsi e dormire, perché lo spazio è occupato e pressato dalla roba al punto che l'hoarder sembra che debba essere cacciato fuori dallo spazio in cui normalmente vivrebbe, ma ormai non può più possedere. Questo testo mira ad analizzare il problema e offre soluzioni per "ripulire" la propria vita, oltre che il proprio spazio.

INFORMAZIONE

AUTORE: Roberto Pani

DIMENSIONE: 5,87 MB

DATA: 2014

NOME DEL FILE: Non lo butto! Come affrontare il disturbo da accaparramento compulsivo.pdf

Siamo lieti di presentare il libro di Non lo butto! Come affrontare il disturbo da accaparramento compulsivo, scritto da Roberto Pani. Scaricate il libro di Non lo butto! Come affrontare il disturbo da accaparramento compulsivo in formato PDF o in qualsiasi altro formato possibile su radiospeed.it.

Disposofobia - Disturbo da Accumulo

Non lo butto! Come affrontare il disturbo da accaparramento compulsivo libro di Pani Roberto edizioni Sovera Edizioni collana Autoaiuto per il benessere; € 9,00. € 8,55. Lo psicodramma psicoanalitico. Evoluzione del metodo e funzioni di cura libro di Pani Roberto ...

Consigli e strategie per dominare il Disturbo Ossessivo ...

La disposofobia sembra essere più comune nelle persone con disturbi psicologici, come il disturbo ossessivo-compulsivo, la depressione o il disturbo d'ansia. Di solito, però, la patologia non è dovuta a un'altra condizione medica, come ad esempio una lesione cerebrale. Possibili approcci terapeutici

LIBRI CORRELATI