Competenza sociale e affetti nel bambino sordo. Aspetti teorici e operativi

Radiospeed.it Competenza sociale e affetti nel bambino sordo. Aspetti teorici e operativi Image
DESCRIZIONE

Il volume affronta lo sviluppo psicologico del bambino sordo in relazione alla dimensione comunicativo-linguistica e alla sfera delle competenze sociali e degli affetti. Il tema delle competenze sociali è analizzato alla luce della Teoria della Mente, attraverso un percorso che - a partire da una disamina delle condizioni evolutive nella norma - conduce il lettore verso le coordinate specifiche dell'evoluzione di tale abilità nel bambino sordo. In maniera simile, per quanto riguarda lo sviluppo affettivo, letto in termini di Teoria dell'Attaccamento, si esaminano le caratteristiche della relazione affettiva del bambino sordo con i suoi adulti di riferimento. Vengono quindi proposti alcuni spunti di intervento psico-educativo attraverso l'analisi di casi centrati sulle tematiche evolutive affrontate. Il libro si rivolge non solo a studenti e studiosi delle discipline psico-sociali, ma anche alle famiglie con un bambino sordo e a tutti gli operatori che lavorano nei servizi per l'età evolutiva e per la famiglia in ambito scolastico e clinico.

INFORMAZIONE

AUTORE: Richiesta inoltrata al Negozio

DIMENSIONE: 7,85 MB

DATA: 2006

NOME DEL FILE: Competenza sociale e affetti nel bambino sordo. Aspetti teorici e operativi.pdf

Leggi il libro di Competenza sociale e affetti nel bambino sordo. Aspetti teorici e operativi direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Competenza sociale e affetti nel bambino sordo. Aspetti teorici e operativi in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su radiospeed.it.

n

Dall'Ara , Thomas (2008) Contesto socio educativo e sordità tra diagnosi, cura e riabilitazione: un confronto tra Cile e Italia. [Laurea triennale] Per questo documento il full-text online non è disponibile.

Competenza sociale e affetti nel bambino sordo. Aspetti ...

Il sordo a scuola Difficoltà e strategie Vent'anni fa circa, mi sono avvicinata per la prima volta al mondo dei sordi, frequentando un corso per operatore mimico gestuale - le attuali interpreti L.I.S. - e da quel momento ho collaborato a vario titolo, con l'Ente Nazionale Sordi. Otto anni fa ho deciso di occuparmi dei bambini sordi,

LIBRI CORRELATI