Voci del Novecento

Radiospeed.it Voci del Novecento Image
DESCRIZIONE

La riflessione storica sulle nostre origini è il modo più serio e profondo per ricordarci da dove veniamo e cercare di capire dove stiamo andando. Ascoltare voci che ci giungono dal secolo scorso può dunque illuminare il nostro presente. Le "voci dal Novecento" sono quelle di illustri intellettuali protagonisti della scena internazionale (Albert Einstein, Louis Althusser), di grandi personalità italiane che animarono la Resistenza e poi lasciarono un'impronta profonda nel rinnovamento della nostra cultura filosofica (Mario Dal Pra, Ludovico Geymonat, Giovanni Miegge) e, ancora, di studiosi che contribuirono allo sviluppo degli studi storici nella seconda metà del Novecento (Carlo Ascheri, Mariella Del Torre, Giuliano Gliozzi). Senza tralasciare gli eventi più drammatici che sconvolsero l'Università di Milano sotto il regime fascista - quando il rettore e il prefetto sciolsero d'autorità un congresso nazionale di filosofia (1926), Piero Martinetti e Giuseppe Antonio Borgese rifiutarono di prestare giuramento di fedeltà al fascismo (1931) e vennero introdotte le leggi razziali (1938) - Rambaldi ricostruisce un clima culturale vivace, fecondo e di grande portata per il pensiero filosofìco italiano. Il libro si conclude con una serie di dibattiti tra l'autore e Dario Antiseri, Franco Restaino e Fulvio Tessitore.

INFORMAZIONE

AUTORE: Enrico Isacco Rambaldi

DIMENSIONE: 7,29 MB

DATA: 2008

NOME DEL FILE: Voci del Novecento.pdf

Voci del Novecento PDF. Voci del Novecento ePUB. Voci del Novecento MOBI. Il libro è stato scritto il 2008. Cerca un libro di Voci del Novecento su radiospeed.it.

Biblioteca San Giorgio, Pistoia - La voce del Novecento

Post su Voci del Novecento scritto da enzocampi61. Emilio Villa. La me ga scrito (III) un'idea così, un'ideina, un'idea di sesso lì per lì, quasi di straforo

Voci del Novecento | Parabol(ich)e dell'ultimo giorno-Per ...

«La Voce» (1908-1916). È senza dubbio la rivista più importante del primo Novecento. Nasce a Firenze per iniziativa di Papini e Prezzolini. Convinzione di base dei principali collaboratori (tra cui spiccano i nomi di Salvemini, Slataper, Amendola, Croce, Gentile,

LIBRI CORRELATI