Retromania. Musica, cultura pop e la nostra ossessione per il passato

Radiospeed.it Retromania. Musica, cultura pop e la nostra ossessione per il passato Image
DESCRIZIONE

È proprio vero che la musica ha smesso di evolversi? Quel che è certo è che gli anni Zero non hanno dato inizio al futuro che in campo culturale ci aspettavamo: le reunion più o meno riuscite, le cover band, il ritorno del vinile e delle musicassette hanno collaborato alla creazione di uno scenario dove anche i nuovi personaggi assomigliano a un patchwork di fenomeni precedenti. Attraverso aneddoti di giganti della vecchia guardia (con esaltanti panoramiche su Beatles, Patti Smith e Frank Zappa) e di artisti contemporanei - che sono spesso giunti alla notorietà rielaborando scampoli di musica strappati all'oblio - Simon Reynolds, incoronato erede di Lester Bangs, ci racconta questa ossessione per il passato in un saggio che unisce lo sguardo appassionato della critica musicale alla lucidità dell'indagine sociologica. E, insieme alla denuncia di un futuro che non c'è stato, pone una domanda a cui ancora non c'è risposta: continueremo a vivere oppressi dalla nostalgia oppure la retroma-nia si rivelerà una fase storica isolata?

INFORMAZIONE

AUTORE: Simon Reynolds

DIMENSIONE: 5,96 MB

DATA: 2017

NOME DEL FILE: Retromania. Musica, cultura pop e la nostra ossessione per il passato.pdf

Leggi il libro di Retromania. Musica, cultura pop e la nostra ossessione per il passato direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Retromania. Musica, cultura pop e la nostra ossessione per il passato in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su radiospeed.it.

Retromania. Musica, cultura pop e la nostra ossessione per ...

Retromania. Musica, cultura pop e la nostra ossessione per il passato di Simon Reynolds - Minimum Fax: prenotalo online su GoodBook.it e ritiralo dal tuo punto vendita di fiducia senza spese di spedizione.

Amazon.it:Recensioni clienti: Retromania. Musica, cultura ...

Novità, musica. "Retromania. Musica, cultura pop e la nostra ossessione per il passato" del critico musicale Simon Reynolds (autore, anni fa, del celebre "Post-punk"). "Un tempo il pop ribolliva di energia vitale: la psichedelia degli anni sessanta, il post-punk dei settanta, l'hip hop degli ottanta, il rave dei novanta.

LIBRI CORRELATI